COVID-19: NECESSARIO SAPERE 

Data:
14 Novembre 2020
Immagine non trovata

SINTOMI più comuni di COVID-19 sono: febbre maggiore di 37,5°C, tosse di recente comparsa, difficoltà respiratorie, perdita o alterazione dell’olfatto e del gusto, mal di gola e “naso che cola”. In caso di sintomi occorre rimanere a casa e va contattato il medico di medicina generale/pediatra di libera scelta, che valuterà la situazione e, se ritenuto necessario, richiederà un tampone diagnostico.

RISULTI POSITIVO: isolarsi dal resto della famiglia, se possibile in una stanza singola benventilata ed evitare contatti sociali. Comunicare la propria positività al proprio Medico di Medicina Generale. Verrà contattato per sospendere la raccolta differenziata per tutto il periodo dell’isolamento, conferendo i rifiuti in un doppio sacco tutto indifferenziato.
Preparare l’elenco delle persone con cui ha avuto contatti a rischio nei due giorni precedenti l’inizio dei sintomi (o la data di effettuazione del tampone se non ha sintomi): sarà utile al Dipartimento di Prevenzione.

REGOLE PER FAMILIARI: collocare la persona risultata positiva in una stanza singola ben ventilata, possibilmente con bagno dedicato, limitando al massimo i movimenti in altri spazi comuni della casa. Chi l’assiste deve essere in buona salute e non avere malattie che lo mettano a rischio se contagiato. Assicurarsi che la persona isolata riposi, beva molti liquidi e mangi un pasto sano. Indossare la mascherina quando si entra nella stanza con la persona isolata e mantenere la distanza di almeno 1 metro. Lavarsi spesso le mani per almeno 60 secondi con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica. Usare indumenti, biancheria, tovaglie, posate e stoviglie dedicate solo alla persona isolata. Lavare indumenti, biancheria, tovaglie, posate e stoviglie a 60°/90°. Pulire e disinfettare tutte le superfici più toccate dalla persona isolata. Se non è possibile usare un bagno differenziato, sanificare il bagno dopo ogni utilizzo. Monitorare la persona malata. Se peggiora, contattare il Medico di Medicina Generale.

ISOLAMENTO DELLA PERSONA POSITIVA:
devono restare isolate dal resto della comunità per la durata del periodo di contagiosità e fino alla dichiarazione di guarigione.

QUARANTENA DEI CONTATTI STRETTI ASINTOMATICI
La quarantena si riferisce alla restrizione di movimenti di persone sane per la durata del periodo di incubazione della malattia, ed è osservata dai contatti stretti di casi positivi, per monitorare l’eventuale comparsa dei sintomi e identificare tempestivamente nuovi casi:
14 giorni dall’ultima volta che si è avuto il contatto stretto con il positivo (senza tampone);
10 giorni dall’ultima volta che si è avuto il contatto stretto con il positivo. Al decimo giorno va fatto un tampone per accertare la negatività.
Durante il periodo di quarantena potrà ricevere una chiamata automatica giornaliera, per la verifica delle condizioni di salute, dai numeri telefonici 0721 258020 oppure 071 9952626.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 19 Novembre 2020